Hi! Welcome...

Associazione Musicale Lucchese: dal 1964 la musica classica a Lucca

27 gennaio 2015

Le “Quattro stagioni” di Vivaldi e Piazzolla

BANDINI-CHIACCHIARETTAProsegue con successo la Stagione cameristica dell’Associazione Musicale Lucchese. Sabato 31 gennaio e domenica 1 febbraio, all’auditorium del Boccherini, Giampaolo Bandini (chitarra), Cesare Chiacchiaretta (fisarmonica e bandoneon), Francesco Cerrato (violino) e Stefano Cerrato (violoncello) saranno i protagonisti di un fine settimana dedicato all’inedito accostamento tra le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e quelle di Astor Piazzolla. Un abbinamento singolare tra composizioni che sono separate nel tempo da oltre due secoli e mezzo. Un avvicendamento di musiche che forza l’ascoltatore a confrontare composizioni agli antipodi (l’estate dell’argentino Piazzolla è l’inverno per il veneziano Vivaldi e viceversa) e che contrappongono tempi, mondi e culture diverse, passando dalle atmosfere del barocco veneziano alle melodie melanconiche del tango di Buenos Aires influenzate dal jazz e dagli stili musicali europei che Piazzolla ben conosceva.

La mattina di sabato (31 gennaio), alle ore 10:30, all’auditorium del Boccherini, il quartetto composto da Bandini, Chiacchiaretta e dai due Cerrato incontrerà i bambini delle scuole nell’ambito di “Musica ragazzi”, la stagione che AML dedica ai più piccoli. Durante l’incontro i musicisti presenteranno i loro strumenti e faranno ascoltare ai ragazzi alcuni estratti del concerto di domenica pomeriggio, in modo da guidarli all’ascolto e alla comprensione di due linguaggi musicali differenti e bellissimi come quelli di Vivaldi e Piazzolla. Il concerto è aperto al pubblico. Il biglietto costa 3 euro.

Domenica 1 febbraio alle ore 17, sempre al Boccherini, si terrà il concerto, quarto appuntamento della Stagione cameristica, durante il quale i musicisti intrecceranno le “Stagioni” di Vivaldi e Piazzolla partendo dal Concerto n. 3 in fa maggiore «L’autunno» per poi proseguire con “Otoño porteño” e avanti così con le altre stagioni dell’anno.

Giampaolo Bandini è oggi considerato tra i migliori chitarristi italiani sulla scena internazionale. Diplomatosi con il massimo dei voti a soli diciannove anni, ha studiato con musicisti quali Pier Narciso Masi, Alexander Lonquich e Dario De Rosa. Dal 1990 è ospite, sia come solista che in varie formazioni cameristiche, delle più importanti istituzioni concertistiche italiane ed estere. Cesare Chiacchiaretta si è dedicato sin da giovanissimo allo studio della fisarmonica per poi intraprendere e affiancargli quello del bandoneon. Ha tenuto concerti per le più prestigiose società concertistiche in Italia e all’estero, sia come solista che in varie formazioni cameristiche. Francesco Cerrato ha iniziato lo studio del violino a cinque anni. Diplomatosi giovanissimo ha perfezionato i suoi studi alla Scuola di Musica di Fiesole e alla Fondazione Musicale S. Cecilia di Portogruaro. Stefano Cerrato è uno dei più promettenti violoncellisti della scena musicale italiana. Ha all’attivo centinaia di concerti, come solista con orchestre internazionali, in gruppi da camera ed ensemble di musica barocca.

Il costo del biglietto per la Cameristica è 12 euro (ridotto 10 euro). I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto.

21 gennaio 2015

Silvia Chiesa e Maurizio Baglini per il terzo concerto della Stagione cameristica

Domenica 25 gennaio alle ore 17 nell’auditorium dell’istituto “Boccherini” il terzo concerto della Stagione cameristica 2015 dell’AML. Sul palco la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini. Il duo, che sta raccogliendo grandi consensi a livello internazionale, eseguirà la Sonata in mi minore n. 1 op. 38 di Johannes Brahms, la Sonata in sol minore, op. 19 di Serghej Rachmaninov e la sonata “La sincronicità“ del compositore contemporaneo Gianluca Cascioli.
Baglini Chiesa
Il concerto partirà dall’eleganza formale e dalla fluidità delle pagine di Brahms per passare al dialogo brillante e coinvolgente tra pianoforte e violoncello della bellissima Sonata di Rachmaninov e approdare, infine, alla musica – e alla filosofia – del Novecento con un’opera dedicata a Carl Gustav Jung. La Sonata di Cascioli (Torino, 1979), infatti, è ispirata all’opera La sincronicità (1952) in cui Jung analizza le “coincidenze significative” tra due eventi come ad esempio pensare a una persona e poco dopo ricevere una telefonata che ne porta notizie; fatti che ci lasciano con la netta impressione che si tratti di una sorta di chiaroveggenza interiore.
Maurizio Baglini e Silvia Chiesa, definiti “un insolito duo di solisti di razza prestati al camerismo”, formano una coppia nella musica e nella vita. Baglini è tra i musicisti più brillanti e apprezzati sulla scena internazionale. Nato a Pisa nel 1975 e vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, da allora è ospite dei più prestigiosi festival e viene invitato come solista e in formazioni di musica da camera dalle maggiori istituzioni internazionali. Il suo vasto repertorio spazia da Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin, Liszt e Schumann.
Silvia Chiesa ha studiato con Rocco Filippini, Mario Brunello e Antonio Janigro. Il suo repertorio si caratterizza per l’ampiezza e l’originalità. Particolarmente sensibile alla musica contemporanea, è stata affidataria di alcune importanti prime esecuzioni. Tra le sue numerose incisioni, si ricordano i due Concerti di Ninbo Rota per la Sony Classical con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI diretta da Claudio Rovaris.
Il costo del biglietto è 12 euro (ridotto 10 euro). I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto.Qui trovi il calendario completo dei concerti.

16 gennaio 2015

Lorenza, Matteo e Brahms: la storia di un incontro bellissimo

Due giovani musicisti di assoluto talento, Lorenza Borrani e Matteo Fossi, e la musica di Brahms saranno i protagonisti del secondo concerto della stagione cameristica, in programma domenica 18 gennaio alle 17 nell’auditorium dell’Istituto “Boccherini”. In programma la Sonata in sol maggiore n. 1, op. 78, la Sonata in la maggiore n. 2, op.,100 e la Sonata in re minore n. 3, op.108 di Brahms.lorenza borrani

«Si possono fare tante riflessioni sul valore di affrontare un ciclo di Sonate, – scrivono Borrani e Fossi nelle note di presentazione del loro concerto – ma ciò su cui ci vogliamo soffermare va oltre tutto questo. È una riflessione più personale e più ingenua che a volte si tralascia di esprimere perché si dà per scontata. Ci riferiamo alla fortuna pazzesca che si prova ad avere la possibilità di ritrovarsi dentro alla bellezza di questa musica».

musica ragazzi I due musicisti toscani saranno i protagonisti anche del primo appuntamento di “Musica ragazzi”, la stagione di concerti e incontri curata da Carla Nolledi e dedicata all’educazione musicale delle nuove generazioni. La mattina di lunedì 19 gennaio alle 10:30 all’auditorium dell’istituto “Boccherini”, infatti, incontreranno i bambini delle scuole (ma l’incontro è aperto a chiunque voglia parteciparvi) per raccontare le loro entusiasmanti “biografie musicali” e il loro rapporto con la musica di Brahms.

Nata a Firenze nel 1983, Lorenza Borrani si esibisce come spalla, direttore, solista e camerista nelle sale e nelle stagioni più importanti in Europa e nel mondo. Negli ultimi anni ha suonato come solista con la Philarmonie di Berlino, il Festival di Edinburgo, La Philarmonie di Colonia, La Citè de la Musique di Parigi, la Hercules Hall di Monaco. Nel 2007 ha fondato il progetto Spira mirabilis, un laboratorio di studio per musicisti professionisti grazie al quale ha sviluppato la passione nei confronti dell’esecuzione del repertorio classico su strumenti originali.

Lorenza Borrani da sempre suona in duo con Matteo Fossi (Firenze, 1978) che ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Tiziano Mealli per poi perfezionarsi con Maria Tipo, Pier Narciso Masi e Maurizio Pollini. Molto attivo come concertista fin da giovanissimo, è ormai considerato uno dei principali cameristi italiani. Il Duo si è diplomato sotto la guida di Masi all’Accademia di Imola “come migliore formazione in assoluto dell’ultimo decennio”, distinguendosi anche nei più importanti concorsi internazionali.

Il costo del biglietto per il concerto di domenica è 12 euro (ridotto 10 euro). I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto. L’incontro di Musica ragazzi è a ingresso gratuito.

12 gennaio 2015

Grande successo per il concerto inaugurale della Stagione cameristica

Tutto esaurito e pubblico entusiasta ieri pomeriggio (domenica 11 gennaio) all’auditorium dell’Istituto Musicale “Boccherini” per il concerto inaugurale della stagione cameristica dell’AML che ha visto protagonisti Gabriele Ragghianti, Simone Soldati, Alberto Bologni, Luigi Mazza, Fabrizio Merlini e Giuseppe Barutti.

Un successo che dà il via sotto i migliori auspici a una stagione concertistica che ha già riscosso interesse a livello nazionale ottenendo la mediapartnership di Rai Radiotre e del mensile Amadeus nonché il patrocinio di Expo2015.

07 gennaio 2015

Concerto inaugurale stagione 2015

Si apre con un sestetto d’eccezione la 51esima stagione di concerti dell’Associazione Musicale Lucchese che inizierà domenica 11 gennaio nella nuova sede dell’auditorium dell’Istituto “Boccherini”, in piazza del Suffragio. A dare il via al ciclo dei concerti di musica da camera saranno Gabriele Ragghianti (contrabbasso), Simone Soldati (pianoforte), Alberto Bologni (violino) – tutti e tre docenti al “Boccherini” di Lucca – insieme a Luigi Mazza (violino), Fabrizio Merlini (viola) e Giuseppe Barutti (violoncello).

C’è grandissima attesa in ambito nazionale per questo concerto e per tutta la nuova Stagione che non a caso riscuote l’interesse di Rai Radio Tre e del magazine Amadeus che ne sono media partner e di Expo 2015 che ha concesso il patrocinio.

bachLe prime note di questo 2015 saranno quelle della Suite n.1 in sol maggiore, BWV 1007 di Johann Sebastian Bach - un riferimento assoluto nella storia della musica – nell’esecuzione di Gabriele Ragghianti. A seguire un omaggio alla grande tradizione musicale lucchese, anche a testimonianza del grande lavoro di scoperta e valorizzazione svolto negli anni da Herbert Handt e dall’AML. Potremo ascoltare il bellissimo Quintetto con pianoforte in do maggiore, op 56 n. 2, G. 409 di Luigi Boccherini eseguito da Alberto Bologni e Luigi Mazza (violini), Fabrizio Merlini (viola), Giuseppe Barutti (violoncello) e Simone Soldati al pianoforte.

Spazio anche alla musica contemporanea con “Lucrezia” Evocazione XII, ciaccona con variazioni per violino solo (da “26 evocazioni su nomi di donna”) del pianista e compositore fiorentino, docente all’Istituto “Boccherini”, Pietro Rigacci nell’interpretazione di Alberto Bologni.

Chiuderà questo primo appuntamento il meraviglioso ed emozionante Concerto n. 11 in fa maggiore per pianoforte e archi, K. 413 di Wolfgang Amadeus Mozart con tutti i musicisti presenti sul palco.

La Stagione cameristica 2015 – che con i suoi dieci appuntamenti domenicali costituisce il prologo del “Lucca Classica Music Festival”, la nuova manifestazione che si terrà a Lucca in primavera – prosegue domenica 18 gennaio con il concerto di Lorenza Borrani e Matteo Fossi e il loro omaggio a Brahms.

Il costo del biglietto intero è 12 euro, il ridotto 10 euro. I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto.