Hi! Welcome...

Associazione Musicale Lucchese: dal 1964 la musica classica a Lucca

16 dicembre 2014

Presentata la Stagione cameristica 2015

Avrà inizio domenica 11 gennaio la 51esima stagione dell’Associazione Musicale Lucchese che si aprirà con il consueto ciclo di concerti domenicali di musica da camera. Dieci appuntamenti con grandi musicisti del panorama internazionale; tra loro alcuni graditi ritorni e tante novità.

La Stagione Cameristica è realizzata dall’AML con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali, il patrocinio di Prefettura di Lucca, Comune e Provincia di Lucca e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Lucar Bmw, Fondazione Banca del Monte di Lucca e Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia.

L’intera stagione 2015 dell’AML gode della media partnership di Rai Radio Tre e della rivista Amadeus e ha ottenuto lo straordinario patrocinio di Expo 2015.

La stagione, presentata alla stampa questa mattina (15 dicembre) dal presidente di AML, Marcello Parducci, dal direttore artistico Simone Soldati, e dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Arturo Lattanzi, Giorgio Serafini della Lucar BMW, vuole essere il prologo ideale di Lucca Classica Music Festival, la nuova manifestazione che si terrà a Lucca nella primavera prossima. Alla conferenza stampa erano presenti, inoltre, il maestro Hebert Handt, fondatore dell’Associazione,  e Carla Nolledi, curatrice della rassegna “Musica ragazzi”.

«Prosegue la tradizione di collaborazione tra la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e l’AML – commenta Lattanzi – un’associazione alla quale ci sentiamo vicini e che negli anni abbiamo accompagnato perché potesse crescere».

Sullo spirito collaborativo insiste anche Marcello Parducci. «Fare sistema è fondamentale, come testimonia il lavoro che da tempo portiamo avanti con il Teatro del Giglio e con altre istituzioni cittadine. Allo stesso tempo, questo ci permette di proporre iniziative destinate a un pubblico molto ampio. Quest’anno abbiamo deciso di concentrarci soprattutto sui giovani, mantenendo i prezzi accessibili. La nostra vuole essere un’operazione culturale e sociale».

«Questa stagione si presenta come un prologo al Lucca Classica Music Festival – aggiunge Simone Soldati – e vede la presenza di artisti di livello internazionale, che hanno aderito volentieri al progetto. Grande attenzione ai giovani, come ha già sottolineato il presidente Parducci, e una nuova formula per i concerti, durante i quali gli artisti dialogheranno informalmente con il pubblico».bach

Punto di partenza e punto di arrivo di questo “viaggio musicale” è la musica di Bach con la Suite in sol maggiore BWV 1007 e le Variazioni Goldberg, pagine di assoluto valore artistico e spirituale.

Tra gli ospiti della Stagione cameristica, alcuni musicisti “cresciuti” alla scuola di Claudio Abbado: interpreti di valore, che portano avanti con entusiasmo e professionalità la ricerca di qualità e lo stile “umanistico” del grande maestro. Tra loro la violinista Lorenza Borrani (18 gennaio), il clarinettista Alessandro Carbonare (8 febbraio) e il grande violoncellista Enrico Bronzi (15 febbraio).

Molti i nomi di assoluto rilievo internazionale che hanno aderito con entusiasmo al progetto dell’AML come Gabriele Ragghianti, che si esibirà suonando Bach per il concerto inaugurale (11 gennaio), Silvia Chiesa e Maurizio Baglini (25 gennaio), Laura Marzadori e Leonora Armellini (1 marzo) e Pietro De Maria, che chiuderà la stagione con il suo recital pianistico (15 marzo).

Quattro-stagioniDa segnalare il concerto del 1° febbraio durante il quale verranno eseguite le “Quattro stagioni” di Antonio Vivaldi e di Astor Piazzolla, intrecciando e confrontando due capolavori assoluti della musica di ogni tempo. E ancora, il concerto del Quartetto Nous (8 marzo) dedicato al regista Peter Zadek (Berlino 1926 – Amburgo 2009) e alla sua creatività.

Nel programma della Stagione non poteva mancare un omaggio alla musica di Luigi Boccherini, di cui ascolteremo il Quintetto con pianoforte in do maggiore, op. 56 n. 2, G. 409 durante il concerto inaugurale (11 gennaio) e a cui sarà dedicato il concerto del 15 febbraio con Enrico Bronzi (violoncello), Giovanni Gnocchi (violoncello) e Lorenzo Micheli (chitarra).

Grande attenzione anche alla musica contemporanea con l’esecuzione di brani di Pietro Rigacci, Gianluca Cascioli, Anton Giulio Priolo e Reiner Kuttemberger.

Come accade ormai da alcuni anni, la Stagione cameristica si intreccia con “Musica ragazzi”, il ciclo di concerti e incontri che l’AML dedica agli studenti e alle giovani generazioni. Ecco quindi che alcuni dei musicisti, nei giorni immediatamente precedenti o seguenti il concerto domenicale, incontreranno i bambini delle scuole, raccontando la loro esperienza umana e professionale e esibendosi per loro, in un percorso di avvicinamento alla musica classica di grande valore e immediatezza. Da quest’anno, inoltre, ai concerti della domenica sarà presente un gruppo di bambini della scuola primaria di Vallebuia, classe pilota di un importante progetto di educazione musicale curato dalla professoressa Carla Nolledi.

Novità della stagione 2015 è la sede dei concerti che quest’anno si terranno – per la maggior parte – nell’Auditorium dell’Istituto “Boccherini”, in piazza del Suffragio.

Questo il calendario completo dei concerti.

domenica 11 gennaio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Alberto Bologni violino
Luigi Mazza violino
Fabrizio Merlini viola
Giuseppe Barutti violoncello
Gabriele Ragghianti contrabbasso
Simone Soldati pianoforte
J. S. Bach, Boccherini, P. Rigacci, Mozart

domenica 18 gennaio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Lorenza Borrani violino
Matteo Fossi pianoforte
Brahms

domenica 25 gennaio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Silvia Chiesa violoncello
Maurizio Baglini pianoforte
Brahms, Cascioli, Rachmaninov

domenica 1 febbraio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
4 Musicisti, 8 stagioni
Giampaolo Bandini chitarra
Cesare Chiacchiaretta fisarmonica e bandoneon
Francesco Cerrato violino
Stefano Cerrato violoncello
Vivaldi, Piazzolla

domenica 8 febbraio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Alessandro Carbonare clarinetto
Elisa Papandrea violino
Monaldo Braconi pianoforte
Priolo, Ives, Bartok, Kuttemberger

sabato 14 febbraio
Luogo da definire
Prima del concerto
Presentazione del libro “I capricci di Bernarduccio” (Maria Pacini Fazzi Editore)
Aneddoti, umori e costume nel diario musicale
di Giacomo Puccini senior di Fabrizio Guidotti

domenica 15 febbraio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Dedicato a Luigi Boccherini
Enrico Bronzi violoncello
Giovanni Gnocchi violoncello
Lorenzo Micheli chitarra
Boccherini, Castelnuovo Tedesco, Paganini

domenica 22 febbraio
Auditorium Istituto Musicale «L. Boccherini»
Sandro Ivo Bartoli pianoforte
Bach-Busoni, Chopin, Franck, Albeniz, Liszt

domenica 1 marzo
Sala dell’Affresco – Complesso San Micheletto
Laura Marzadori violino
Leonora Armellini pianoforte
Mendelssohn, Schumann

domenica 8 marzo
Sala dell’Affresco – Complesso San Micheletto
Dedicato a Peter Zadek
Quartetto Nous archi
Haydn, Debussy, Mozart

domenica 15 marzo
Sala dell’Affresco – Complesso San Micheletto
Pietro De Maria pianoforte
J. S. Bach

14 dicembre 2014

La musica a Lucca, in un volume gli ultimi 25 anni di attività dell’AML

La musica a Lucca, la copertinaCon la presentazione del volume “La musica a Lucca. Per i cinquant’anni dell’Associazione Musicale Lucchese” va in scena l’ultimo atto delle manifestazioni legate al 50esimo anniversario di attività dell’AML. Il libro, che raccoglie la cronologia dei concerti e delle manifestazioni organizzate dal 1990 al 2014, sarà presentato lunedì 15 dicembre alle ore 18:30 nella sala assemblea dell’Associazione Industriali.

Curato dal compositore e giornalista lucchese Gianmarco Caselli, il volume, edito dalla Maria Pacini Fazzi, segue e si correla al primo, dallo stesso titolo, uscito in occasione del 25esimo dell’Associazione.

Dopo la prestigiosa prefazione di Sandro Cappelletto, i saluti introduttivi istituzionali e del presidente e direttore artistico della Associazione e del presidente onorario, il libro si apre con una breve storia dell’AML scritta da Fabrizio Giovannelli (in AML dal 1978, componente del comitato artistico dal 1992, segretario dal 1996 al 2006, direttore artistico dal 2007 al 2013) che ne ripercorre le tappe principali, utilizzando anche una galleria di immagini appositamente selezionate per illustrare i momenti più significativi.

La cronologia di tutti gli eventi organizzati dall’AML dal 1990 al 2014 (oltre 350 pagine) è conclusa dall’elenco degli organigrammi associativi, dall’indice delle rassegne, dall’indice dei nomi.

Si tratta di un libro (disponibile anche in versione e-book scaricabile al prezzo simbolico di 2,68 euro da Amazon Kindle) attraverso il quale l’Associazione intende testimoniare e documentare 50 anni di attività musicale e culturale di alto livello sviluppata attraverso l’organizzazione di oltre 1550 eventi.

Nello stesso pomeriggio di lunedì, verrà presentata anche la nuova stagione che inizierà a gennaio e la serata si concluderà con un aperitivo nella mansarda di Palazzo Bernardini.

E’ possibile acquistare il libro al prezzo di 20 euro la sera stessa della presentazione e nelle settimane seguenti presso la sede dell’AML, in via San Micheletto 3.

09 dicembre 2014

Musica Ragazzi 2015: la presentazione

28 novembre 2014

Lucca Classica Music Festival, la città “invasa” dalla musica

Tre giorni di musica, 35 appuntamenti nelle piazze, nei musei, nei palazzi e nelle chiese più belle di Lucca, circa 400 musicisti, oltre 30 ore di musica di qualità assoluta: tutto questo (e molto altro) è Lucca Classica Music Festival, la nuova rassegna di concerti sinfonici e musica da camera, guide all’ascolto, concerti per bambini e “pensieri sulla musica” con artisti, scienziati e intellettuali organizzata da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio con il patrocinio della Prefettura di Lucca, la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il sostegno di Lucar-BMW. 

Da venerdì 8 a domenica 10 maggio 2015 la città si trasformerà in un grande palcoscenico per ospitare una manifestazione completamente nuova, pensata per riempire di musica ogni angolo di Lucca e immergere cittadini e turisti in una singolare esperienza, al contempo culturale e emotiva.

IMG_1408

La manifestazione è stata presentata questa mattina nel Ridotto del Teatro del Giglio dal presidente dell’AML, Marcello Parducci, dal direttore generale del Teatro, Manrico Ferrucci, dall’amministratore del Teatro Stefano Ragghianti, dal direttore artistico dell’AML, Simone Soldati. Sono intervenuti, inoltre, il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, e il vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Maido Castiglioni.

«Un’iniziativa di altissimo livello questa di Lucca Classica Music Festival, il cui frutto più bello è la sinergia tra enti e associazioni», ha detto il primo cittadino.

Soddisfazione per la rinnovata collaborazione con AML da parte del Teatro è stata espressa da Manrico Ferrucci e Stefano Ragghianti. «Un programma ricco che abbraccia ambiti diversi della musica e non solo, al quale siamo felici di collaborare».

i relatori

«La musica – ha affermato Maido Castiglioni – è un linguaggio universale, la musica è cultura, educazione e bellezza. La Fondazione Cassa di Risparmio ringrazia AML per il costante impegno e la qualità dei progetti proposti negli anni».

«Al termine di questo 2014, in cui abbiamo celebrato il 50esimo anno di attività e durante il quale abbiamo ricevuto moltissimi riconoscimenti, ci è sembrato importante proporre questo nuovo Festival che rappresenta l’evoluzione di Lucca in Musica e l’arricchisce di nuovi contenuti».

Il programma del Lucca Classica Music Festival è stato illustrato dal direttore artistico dell’AML Simone Soldati, che ha sottolineato come l’intento della manifestazione sia quello di riempire ogni angolo della città di musica, in un modo nuovo e coinvolgente. Per fare questo l’AML si è avvalsa della collaborazione dell’agenzia di comunicazione Lindbergh con la quale è stato creato il “mood” di Lucca Classica.

ANTEPRIMA “LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL”

In aprile, come anteprima del Lucca Classica Music Festival, tre appuntamenti: l’Orchestra di Padova e del Veneto con Massimo Quarta (18 aprile) per un concerto in occasione del Festival del Volontariato; l’esibizione dell’Orchestra e del Coro dell’Istituto Boccherini diretti da GianPaolo Mazzoli (24 aprile) e il concerto dei vincitori delle borse di studio che l’AML ha istituito in memoria di Carol Mac Andrew, prima presidente dell’Associazione.

LUCCA CLASSICA “È” LUCCA

Il teatro del Giglio, le mura urbane, la chiesa di San Francesco, Palazzo Ducale, piazza dell’Anfiteatro, via Fillungo, il loggiato di Palazzo Pretorio, il museo Guinigi, Palazzo Pfanner, il museo di Palazzo Mansi, la chiesa di S. Caterina, il Lu.c.c.a Museum, la basilica di San Frediano, la Torre Guinigi, la casa natale di Puccini sono solo alcuni dei luoghi che la manifestazione toccherà, grazie alla collaborazione tra AML e le istituzioni cittadine, coinvolte dagli organizzatori fin dall’inizio di questa “avventura”.

Nell’ambiente musicale e culturale italiano c’è entusiasmo e molta attenzione per questa manifestazione che coinvolgerà non solo grandi musicisti ma anche note firme del giornalismo nazionale, intellettuali e personaggi accomunati dalla passione per la musica. Non a caso il Lucca Classica Music Festival gode della media partnership di Rai Radio Tre, della rivista Amadeus e ha ricevuto lo straordinario patrocinio di Expo 2015.

Lucca Classica si presenta come un’esperienza gioiosa, aperta, “pop”, che propone la musica classica come musica per tutti, capace di parlare a giovani e meno giovani, appassionati e neofiti. Una manifestazione con le radici ben salde nella tradizione e nella storia musicale della città, ma capace di portare quella stessa musica fuori dai luoghi che istituzionalmente la ospitano per proiettarla nelle strade, tra la gente con i concerti nelle piazze, una street band e molte altre iniziative.

UN ASSAGGIO DEL PROGRAMMA

Il concerto inaugurale, con la Sinfonia n.9 di Beethoven, sarà affidato alla Spira Mirabilis Orchestra, una compagine eccezionale, ritenuta dalla critica internazionale erede del modo di concertare caro a Claudio Abbado.

Tra i tantissimi appuntamenti in calendario si segnalano la lectio magistralis di Gherardo Colombo sul rapporto tra musica e democrazia; l’incontro con la giornalista scientifica Silvia Bencivelli e con Giuseppe Scotti che ci parleranno del rapporto tra musica e neuroscienze; l’incontro con Mario Brunello, ospite del Festival nella doppia veste di scrittore e musicista presentando con Oreste Bossini (Rai Radio Tre) il suo libro “Silenzio” per poi suonare il suo fantastico violoncello.

Ed ancora Gabriella Caramore che parlerà della “Pazienza”; Sandro Cappelletto con il suo libro dedicato all’ultimo anno di vita di Schubert e a seguire l’esecuzione di Winterreise con il bravissimo Marcello Nardis con Simone Soldati al pianoforte.

Si segnala poi la presenza di Susanna Rigacci (voce di Ennio Morricone nei suoi concerti in tutto il mondo), Andrea Lucchesini, Cristiano Rossi, Angelo Foletto, Giovanni Bietti, Carlo Fabiano, i Giovani studenti dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia.

In programma anche lo Stabat mater di Boccherini con il Gringolts Quartet, Mailn Hertelius e Gabriele Ragghianti; il concerto sarà preceduto dall’incontro con Elio, cantante della band “Elio e le storie tese”, grande conoscitore di musica e travolgente comunicatore.

Nei giorni del Festival, inoltre, gli studenti del Boccherini organizzeranno una street band che attraverserà la città portando la musica in giro per le strade del centro storico. In programma anche un insolito djset con brani di musica classica.

PREMIO LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL 2015

All’interno della manifestazione, un momento di grande intensità e di respiro internazionale con il conferimento del Premio Lucca Classica Music Festival 2015 alla musicista e compositrice russa Sofia Gubaidulina, una delle protagoniste più coraggiose e interessanti del panorama musicale contemporaneo, membro onorario straniero dell’American Academy of Arts and Letters, insignita del Leone d’oro alla carriera, a Venezia, nel 2013. Si tratta di una presenza assolutamente straordinaria e rappresenta un’occasione unica per la città di Lucca. A Sofia Gubaidulina sarà dedicato un concerto tenuto dai giovani dell’Istituto Musicale Boccherini.

Il programma completo, le informazioni e i prezzi dei biglietti saranno presto online sul sito dell’AML (www.assocazionemusicalelucchese.it) e del Teatro del Giglio (www.teatrodelgiglio.it).

25 novembre 2014

Il maestro Handt di nuovo sul podio per i 50 anni dell’AML

IMG_1370Grande musica, tanta gente e forti emozioni venerdì scorso nell’Auditorium dell’Istituto musicale “Boccherini” per il concerto che concludeva le celebrazioni per i 50 anni dell’Associazione Musicale Lucchese. Sul palco si sono avvicendati Cristiano Rossi, Gabriele Ragghianti, Simone Soldati, Susanna Rigacci e l’orchestra del Boccherinidiretta da Egisto Matteucci.
Ma il momento più emozionante è stato certamente vedere di nuovo sul podio il maestro Herbert Handt, come avvenne il 12 novembre del 1964, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Ducale, in occasione del primo concerto dell’Associazione Musicale Lucchese.Il concerto avvia alla conclusione la programmazione della Stagione 2014 dedicata interamente al cinquantenario. È stata una stagione che, da gennaio a oggi, ha proposto più di 50 appuntamenti con uno straordinario successo di pubblico al quale si sono aggiunti i riscontri entusiastici da parte di importantissime personalità del mondo culturale nazionale ed internazionale che hanno riconosciuto la qualità e l’originalità della proposta culturale dell’AML.

Venerdì, dopo l’esibizione di alcuni storici “amici” dell’Associazione, è stata riproposta parte di quel programma che venne eseguito nel primo concerto del 1964 come la Sinfonia in re maggiore G 490 (utilizzata nella Confederazione dei Sabini con Roma G 543) di BoccherinilaSinfonia dalla Cantata Elettorale “L’Arminio” diGiacomo Puccini senior e il Concerto in si bemolle per pianoforte e orchestra di Domenico Puccini. Pagine che testimoniano chiaramente lo straordinario lavoro di scoperta e valorizzazione del patrimonio musicale lucchese svolto da Herbert Handt.

A chiudere le celebrazioni, il 15 dicembre, si terrà la presentazione del libro dedicato ai 50 anni di vita dell’AML che raccoglie l’elenco dei concerti dal 1989 ad oggi (esiste infatti un primo volume con i primi venticinque anni di attività), alcune foto di archivio e una breve storia dell’Associazione.