Hi! Welcome...

Associazione Musicale Lucchese: dal 1964 la musica classica a Lucca

01 luglio 2015

Jin Ju suona Rameau, Debussy e Chopin al Festival di musica da camera della Versilia

Saranno le musiche di Rameau, Debussy e Chopin eseguite dalla pianista Jin Ju a dare il via, domenica 5 luglio alle 21.15, all’edizione 2015 del Festival da camera della Versilia, la rassegna musicale organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Comune di Massarosa nella stupenda cornice dalla chiesa romanica di Pieve a Elici. Un appuntamento estivo imperdibile, da 48 anni a questa parte, per gli appassionati di musica classica.

Quello di Jin Ju è un graditissimo ritorno a Pieve a Elici. La talentuosa pianista, infatti, si è già esibita nella chiesa di S. Pantaleone nel 2011, poco dopo essere salita alla ribalta mondiale grazie all’incredibile performance nella Sala Nervi, nella Città del Vaticano, dove ha suonato sette pianoforti d’epoca, dagli inizi del sec. XIX ai nostri giorni, per Sua Santità Benedetto XVI. Premiata in prestigiosi concorsi internazionali quali il Cajkovskij di Mosca e il Queen Elizabeth di Bruxelles, Jin Ju si è esibita nelle più importanti sale da concerto in Europa, America, Asia e Oceania. Collabora stabilmente con varie istituzioni musicali e tiene regolarmente lezioni e masterclass in Cina, Europa e Stati Uniti.

Di Jean-Philippe Rameau, considerato da molti il più importante operista francese, Jin Ju suonerà la Gavotte avec les Doubles de la Gavotte in la minore. Il programma proseguirà con la prima serie di Images di Claude Debussy, tre pezzi che sembrano quasi tradurre in suono le innovazioni tecniche ed espressive dei maestri della pittura di fine Ottocento e per questo considerati come prototipi del cosiddetto “impressionismo” musicale del genio francese. Sempre di Debussy, Jin Ju eseguirà i Sei Studi, parte delle dodici composizioni scritte nell’estate del 1915 e dedicate a Chopin. Il concerto si chiuderà con quattro opere di Fryderyk Chopin, universalmente riconosciuto come grande innovatore dell’armonia e pianista dalla tecnica così originale da riuscire a utilizzare lo strumento quasi come una voce umana. Di Chopin Jin Ju suonerà le Tre mazurche Op. 59, i Due Notturni Op. 62, Barcarola in fa diesis maggiore Op. 60 e Polacca-Fantasia in la bemolle maggiore Op. 61.

Il costo del biglietto intero è di 12 euro, il ridotto 10 euro mentre per i soci dell’AML è di 7 euro.

Per informazioni Associazione Musicale Lucchese tel. 0583 469960 oppure Comune di Massarosa, Ufficio del Cittadino tel. 0584 979229 o Ufficio Cultura tel. 0584 979216.

19 giugno 2015

La pianista Jin Ju inaugura la nuova attesissima edizione del Festival di musica da camera della Versilia

11393204_880418558671741_8193360180779780633_nSarà la pianista Jin Ju con un grande programma dedicato alla musica di Rameau, Debussy e Chopin a dare il via, domenica 5 luglio, alla quarantottesima edizione del Festival da camera della Versilia, nella splendida cornice della chiesa romanica di S. Pantaleone, a Pieve a Elici.
La manifestazione è stata presentata questa mattina da Federico Pierucci, consigliere delegato alla cultura, dal presidente dell’Aml Marcello Parducci e da Simone Soldati, direttore artistico dell’Associazione, nella sala del consiglio del Comune di Massarosa, organizzatore della rassegna insieme all’Associazione Musicale Lucchese, con la collaborazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Banca di Credito Cooperativo della Versilia, Garfagnana e Lunigiana, Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, Asa Group, Salt, Lucar TM concessionario Toyota, Welcome Italia, Olio Rocchi e Studio medico Santa Apollonia.
Quest’anno il Festival si fregia del patrocinio di Expo 2015 e della media partnership di Amadeus, prestigioso magazine musicale italiano, e di Rai Radio Tre.

«Torna un appuntamento con eccellenze assolute, conosciuto dentro e fuori i confini della Versilia – dice Pierucci – per l’altissimo livello artistico che ogni anno propone. Un’occasione speciale per apprezzare musicisti d’eccellenza e, al contempo, il nostro bellissimo territorio».
«La conferma del grande livello del Festival arriva dalla media partnership di Amadeus e Rai Radio Tre. Interpreti e programmi sono di livello assoluto», aggiunge Parducci, al quale il direttore artistico dell’Aml, Simone Soldati, rivolge un ringraziamento particolare: «È grazie al suo lavoro straordinario se anche quest’anno a Pieve a Elici siamo in grado di proporre un cartellone straordinario per un evento che ormai è divenuto un riferimento a livello nazionale».

Al recital di Jin Ju seguiranno altri otto attesissimi concerti per quello che si conferma uno degli appuntamenti più attesi tra quelli proposti in Versilia e una delle manifestazioni estive di riferimento a livello nazionale.
A esibirsi sul palco della bellissima chiesa di S. Pantaleone troveremo Pavel Berman al violino e Roberto Arosio al pianoforte (domenica 12 luglio, musiche di Grieg, Chausson, Schumann e Weinawski); Simone Soldati al pianoforte ed Enrico Bronzi al violoncello ( domenica 19 luglio con musiche di Bach e Beethoven); Mariangela Vacatello, che a Pieve a Elici ha debuttato con grande successo nel 2013 e che domenica 26 luglio interpreterà musiche di Schumann, Chopin, Liszt e Ginastera.
Il 2 agosto sarà la volta del violino di Cristiano Rossi e del pianoforte di Bruno Canino, entrambi storici amici del Festival con musiche di Mozart, Brahms e Beethoven. Il concerto di sabato 8 agosto riunisce, straordinariamente, a Pieve a Elici tre grandi musicisti del nostro tempo; Lorenza Borrani al violino, Mario Brunello al violoncello e Andrea Lucchesini al pianoforte saranno insieme per un attesissimo concerto dedicato a Haydn, Faurè e Schubert. Il 16 agosto sarà quindi la volta degli archi del celebre Quartetto di Cremona con la musica di Webern, Mozart e Brahms. Non mancherà la giovanissima Laura Bortolotto, violino, che debutta al Festival insieme a Leonora Armellini al pianoforte, domenica 23 agosto, con un programma di grande intensità e fascino dedicato a Saint Saens, Ravel e Franck.
A chiudere il Festival sarà il pianoforte di Pietro De Maria, che il pubblico della Pieve saluta sempre con grande calore e affetto e che proporrà musiche di Beethoven e Chopin.

Tutti i concerti iniziano alle 21.15. Il costo del biglietto intero è di 12 euro, il ridotto 10 euro mentre per i soci dell’AML è di 7 euro.

28 aprile 2015

Lucca Classica Anteprime: Il concerto dei vincitori delle borse di studio dedicate a Carol MacAndrew

manifesto 30Sono Francesco Gatti (flauto), Wang Liyangzi (pianoforte), Leonardo Nevari (pianoforte) e Thomas Petrucci (chitarra) i vincitori delle borse di studio offerte all’istituto musicale “L. Boccherini” dall’Associazione Musicale Lucchese in memoria di Carol Mac Andrew, prima presidente dell’Associazione. I quattro giovani si esibiranno giovedì 30 aprile alle 21 nell’Auditorium del Boccherini, in piazza del Suffragio, nell’ambito dell’ultimo appuntamento di anteprima del Lucca Classica Music Festival.
Il concerto rappresenta il sostegno concreto che l’AML vuole dare ai giovani, da sempre al centro dell’attenzione dell’Associazione, sia come esecutori a cui dare l’opportunità di esibirsi e di studiare, sia come fruitori consapevoli della musica, basti pensare alla stagione pensata appositamente per i bambini e i ragazzi.

Questo il programma di giovedì sera: Image di Eugène Bozza, Density 21.5 di Edgard Varèse (Francesco Gatti, flauto); la Sonata op.31 n. 3 di Ludwig van Beethoven (Wang Liyangzi, pianoforte); la Sonata romantica di Manuel Maria Ponce, Koyunbaba di Carlo Domeniconi (Thomas Petrucci, chitarra); Entr’acte di Jacques Ibert (Petrucci, chitarra e Gatti, flauto) e la Sonata n. 2 op. 22 di Robert Schumann (Leonardo Nevari, pianoforte).

Il concerto è a ingresso gratuito.

22 aprile 2015

Lucca Classica Anteprime: L’Orchestra e il Coro del “Boccherini” sul palco del Giglio

orchestra coro BoccheriniI giovani musicisti che compongono l’Orchestra e il Coro dell’Istituto “Boccherini”, insieme ad alcuni importanti solisti, sono i protagonisti del secondo concerto di anteprima del Lucca Classica Music Festival, in programma venerdì 24 aprile alle ore 21 al Teatro del Giglio.

Sul palco, insieme agli studenti del Boccherini, il clarinettista Remo Pieri, il soprano Susanna Rigacci, il contralto Antonia Fino, il tenore Carlo Messeri, il basso Francesco Facini e i coristi della Società Corale Pisana. I maestri del coro sono Sara Matteucci e Stefano Cencetti.
Diretti da GianPaolo Mazzoli i musicisti eseguiranno pagine di Catalani, Weber e Mozart, per un concerto che idealmente abbraccia il passato, il presente e il futuro della musica lucchese, ponendo in primo piano i giovani e la loro grande passione.

Il concerto si apre con l’omaggio al compositore lucchese Alfredo Catalani (1854-1893) e la sua “A sera”. Si tratta di un piccolo componimento dalla melodia espressiva e nostalgica, originariamente scritto per pianoforte, che l’autore in seguito trascrisse per quartetto d’archi fino a orchestrarlo e farlo divenire il preludio al terzo atto della Wally.
Si prosegue con la musica di Carl Maria von Weber (1786-1826) e il Concerto n.2 per clarinetto e orchestra in mi bemolle maggiore op.74 . Clarinetto solista è Remo Pieri.

Il secondo tempo del concerto sarà dedicato alla grandiosa Missa brevis KV 317 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791). Composta nel 1779, si pensa che fosse destinata alla festività della Pasqua e che sia detta dell’incoronazione grazie all’uso per la cerimonia di insediamento di alcuni sovrani asburgici.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro del Giglio. I settore €12 (intero), €10 (ridotto ridotto valido per persone con età inferiore ai 25 anni e superiore ai 65), €8 (ridotto soci AML, Teatro del Giglio e Promusica Pistoia); II settore €8, €6, €5.

Maggiori dettagli su www.luccaclassica.it

18 aprile 2015

Lucca Classica Anteprime: Massimo Quarta e l’OPV

Al via le Anteprime del Lucca Classica Music Festival, sabato 18 aprile, con l’esibizione al Teatro del Giglio (alle 21) dell’Orchestra di Padova e del Veneto e Massimo Quarta, che eseguiranno il Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore per violino e orchestra op. 6 di Niccolò Paganini e le sinfonie di Giochino Rossini tratte da “Semiramide“, “Il barbiere di Siviglia” e “Guglielmo Tell“. Il concerto è inserito nel cartellone degli eventi collaterali del Festival del Volontariato, in corso a Lucca in questi giorni.

Si parte, dunque, con Paganini e non a caso. Il celebre violinista, infatti, fu molto legato a Lucca, dove si esibì per la prima volta nel 1801, in occasione della festa di Santa Croce. Ritornò a Lucca nel 1805, come primo violino della Cappella Nazionale della Repubblica, passando presto al servizio di Elisa, sorella di Napoleone e moglie del principe Felice Baciocchi, e sovrintendendo per quattro anni alle attività musicali della città.

Dai virtuosismi di Paganini si passa alle sinfonie di Rossini con la “sfuriata introduttiva” di Semiramide, la celebre sinfonia del melodramma buffo “Il barbiere di Siviglia” (originariamente aperto da motivi spagnoli poi eliminati dal compositore), e la sinfonia scritta per il dramma che concluse l’attività operistica di Rossini, nel 1829, il Guglielmo Tell.

Massimo Quarta, che nel 1991, primo italiano dopo Salvatore Accardo, ha vinto il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale di violino “N. Paganini”, è unanimemente considerato uno dei più importanti violinisti della sua generazione. Ha collaborato e si è esibito con le principali istituzioni musicali e con direttori come Harding, Ceccato, Spivakov e Myun chung. Suona un violino G. B. Guadagnini del 1765.

L’Orchestra di Padova e del Veneto, costituitasi nel 1966, è una delle principali orchestre da camera italiane. Si è esibita nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero, collaborando con i nomi più insigni del concertismo internazionali. Alla sua guida si sono alternati direttori del calibro di Claudio Scimone, Bruno Giuranna, Mario Brunello. Al momento, è diretta da Clive Britton.

BIGLIETTI

I biglietti per il concerto sono disponibili presso la biglietteria del Teatro del Giglio: I settore € 20 (intero), € 18 (ridotto), € 13 (ridotto soci AML, Teatro del Giglio e Fondazione Promusica Pistoia); II settore € 16, € 13, € 10.

Per maggiori informazioni sul programma del Lucca Classica Music Festival www.luccaclassica.it.

FACEBOOK: facebook.com/luccaclassica

TWITTER: @LuccaClassica